lunedì 21 febbraio 2011

DIZIONARIETTO MOLTINPOESIA
Augusto Villa
In cattivo Stato














Ma basta!..
La carta, la biro

uno Stato baro

che fin da piccino
non mi fu caro.

Stato di plagi
di voto, di broglio
di stragi
corone e cordoglio

Stato di scandali
di casi irrisolti
dei mammasantissima
al solito assolti.

Uno Stato corrotto
che si crede bello
che svende patenti
poi ti chiede un capello.

Scusatemi tanto ma
è ciò che sento
forse mi sbaglio
ma almeno non mento.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.