martedì 10 maggio 2011

DIZIONARIETTO MOLTINPOESIA
Alessandro Bellasio
Requiem (25 aprile 2009)












Requiem (25 Aprile 2009)

Difficile dire di Voi
se rimane almeno l’Idea.
Non vi ho conosciuti, Voi,
nascosti tra foglie bucate,
non vi ho conosciuti, Voi,
bucati di albe annerite.
Non ho idea della lotta,
non ho idea del rumore spezzato di ossa,
non ho idea del piano perfetto
al quale la memoria il Paese
dei figli futuri trafisse.
Non ho idea di chi foste.

Il passato ci viene trasmesso
con imbuti pieni di buchi.
Vi chiamo di nuovo
fratelli nel vuoto Paese sbiadito,
fratelli nel vuoto Paese di lava
dove si brucia il ricordo in un orbita cava.
Vi chiamo di nuovo fratelli
disossati nel basso fogliame nascosti,
il cervello di cera e di stoppie,
vi chiamo di nuovo fratelli
sconosciuti al ricordo di semplice terra
che oscilla ai lumini su pianti di pietra.
Di Voi non avendo un’idea, mi rendo presente la morte…
al vento di abbracci silenti oscillano lapidi…
l’anima, forse, ricordata si salva…

Amen.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.