martedì 31 maggio 2011

DIZIONARIETTO MOLTINPOESIA
Anna Maria Moramarco
A mia madre


E ti prego,
o madre dolorosa,
quando all’improvviso staccherai la fune
-        e mi lascerai sull’altra riva -
non ti dimenticare che anch’io ti rivedrò.

Ma non staccare la fune
se vicino a te - la mia mano nella tua -
possa ancora invocare di non lasciarmi.

Ti abbandoni il tuo dolore
dopo tanta tenacia e tanto accanito ardore,
che ti ha prostrata
e mostrata a te stessa e a me
come mai fosti,
come mai più sarai.


31.5.2011

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.