mercoledì 5 ottobre 2011

Leonardo Terzo
Historical Aiku


Siamo altri figli ormai
Cuori di gente sopraffatta
Ci domina
Una stirpe di servi.

Canto dei Bantù Shilipoti

3 commenti:

  1. Paolo Pezzaglia:

    Caro professore Leonardo,

    Sono un modesto cultore di Haiku, o, come mi ha corretto

    Giuseppe Conte, haikoi, al plurale, ma quando un’amica giapponese ha

    letto i miei (e, poi, bontà sua, tradotti) mi ha gelato con “ caro Paolo, questi
    non sono haiku, sono poesie con pochi versi…”
    Do un esempio di un vero kaiku, ovviamente di Basho:

    Vento d’autunno
    allo sguardo
    tutto è haiku.

    Adesso non dirmi che se tutto è haiku lo è anche il tuo… la tradizione va rispettata!

    Cari saluti

    Paolo Pezzaglia

    RispondiElimina
  2. Cuori haiku
    dominano
    servi sopraffatti.

    Emy

    RispondiElimina
  3. Pezzaglia non si è accorto che il mio Aiku è senza H, come non si è accorto che è una parodia. Storica.
    Sono contento che non gli piaccia, perché le persone hanno tutte uguali diritti, ma non sono tutte uguali. Anzi siamo tutti diversi, per educazione, gusto, etica, patrimonio biologico. Ci sono i belli e i brutti, gli intelligenti e i meno intelligenti. Io non mi considero molto intelligente, ma sono così bello! Mi seccherebbe condividere i suoi gusti.
    Pezzaglia, posso sbagliarmi, ma, da quanto ho intuito dalla corrispondenza di questi anni, è un escapista orientaliota, a cui suggerirei, come diceva il suo quasi omonimo Pazzaglia, con Renzo Arbore, di andare a fare il guru.
    Come definirlo senza offenderlo? Disadattato (alla cultura occidentale)? Diversamente abile?
    L.T.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.