mercoledì 28 dicembre 2011

Gianmario Lucini
Buon anno con fantasia sovversiva



  
Fosse per me, li farei scoppiare
in un sol botto - e dove dico io -
quei petardi che le cagnare
umane corrotte dal sentire

intruppato del ventennio deflagrano
già ora nel silenzio della notte:
tutti insieme e con un solo schianto
a spazzare gli avanzi di promesse,

sorrisi cattivi a trentadue denti
dei parassiti in giacca e cravatta,
insieme ai ladri, ai servi cretini,
e alle prostitute di regime.

Passato il buonismo erga omnes, dovere alla memoria di chi ci insegnò ad amare anche i nemici, io torno al vecchio peccato della satira amara, che mi cresce dentro cattive fantasie, che confesso pur senza invocare assoluzione.

Un Buon Anno e ogni bene a tutte le eccezioni.

Gianmario

2 commenti:

  1. Buon anno
    senza fare eccezioni
    ai brutti ai belli
    ai grandi e ai coglioni
    Buon anno
    anche ai cani
    con il nastrino e al
    loro padrone cretino
    Buona anno
    ai bambini
    che possono ancora
    giocare a nascondino
    buon anno
    senza alcun affanno
    e se le cose non vanno
    che Dio ve la dia
    la forza di scappar via.

    Emy

    RispondiElimina
  2. Peccato dover constatare che la vulgata poetica più diffusa conferma una vocazione cortigiana forgiatasi nei secoli ; un'inclinazione subalterna , che spogliata di ogni riferimento ideologico forte si rivela soltanto come una forma di soggezione verso il potere politico .
    Rispetto a questo , il testo di Lucini ( e tutta la sua ampia produzione ) fa il contropelo alla cattiva coscienza degli ineffabili verseggiatori italioti . Ma verosimilmente non la sposterà di un millimetro , purtroppo .

    leopoldo attolico -

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.