martedì 6 dicembre 2011

Qui c'era un post
di Erminia Passannanti,
Analisi della poesia
di Franco Fortini,
‘Neve e faine’
con un'appendice di Ennio Abate.
E' stato cancellato
per volontà dell'autrice.

 
 Credo (ancora) nella critica dialogante. La pratico sia con avversari che con amici (Cfr. il "duello" con Salzarulo sul "piacere della lettura") nel Laboratorio MOLTINPOESIA, nella rivista POLISCRITTURE e su siti e blog che non la impediscono. Sulla questione dell'eredità di Fortini, riaffiorata  nel post di Linguaglossa (qui), pensavo di potermi confrontare anche con una studiosa dell'opera di Fortini come la Passannanti;  e avevo persino sollecitato altri amici a intervenire. Prendo atto che no, non è possibile. Proseguirò in modo autonomo la mia riflessione in un prossimo post. [E.A.]

15 commenti:

  1. E io che ho letto il post prima della sua cancellazione, trovando ricca l'analisi di Erminia e stimolante anche l'appendice di Ennio, e sentendomi fortemente frastornata dai commenti sullo stile di FB, mi chiedo che ne sarà di me?
    Che ne sarà delle riflessioni scaturite?
    Tutto da cancellare?
    E penso non solo a quelle mie ma anche a quelle di altri che hanno goduto del piacere di quella lettura.
    Che peccato!

    Mi è venuta alla mente una considerazione molto pertinente di Erminia sul post della Massenz dove affermava :"...là, dove la coppia infuria, vuol dire che l'esterno, il politico, il sociale, è gravemente difettoso, carente.[...]. erminia "

    Già. Credo che sia proprio così (anche se non solo così, sarebbe troppo semplicistico): a volte i Blog hanno anche questa funzione di fare da collettori di miasmi.

    Come cantava Gaber: "C'è un'aria, un'aria, che manca l'aria".

    Rita S.

    RispondiElimina
  2. Anch'io avevo letto il post e mi dispiace sia stato cancellato, perché mi aveva dato modo di riflettere su un maestro come Fortini.

    RispondiElimina
  3. Io non ho letto il post , vedo solo commenti nel box commenti come pochi giorni fa, ci clicco sopra e mi rinvia a pagina non trovata. Però, a differenza del post sulla caraffa, o altri non avevo salvato la pagina, quindi queste ulteriori analisi di Erminia non le ho lette.

    cosa è successo non capisco?
    era documento privacy fra EP ed EA?
    non mi spiego altrimenti la cancellazione. potete spiegarmi perchè avvenuta?

    RispondiElimina
  4. "Il signor ennio abate si è ben guardato da disturbare i post di altri uomini come lui"

    Erminia hai scritto tu questo commento?

    se duello significa mazzate , hai notato che mazzate ha dato Ennio a Donato?

    RispondiElimina
  5. "Visto che sono stata ingannata a ritenere che avrei avuto uno spazio per pubblicare il mio saggio su Franco Fortini"

    Erminia pesco sempre dai commenti qui a fianco dove mi rimanda a una pagina non trovata ( cosa bruttissima per le regole del web/iblioteca) .
    Puoi spiegarmi meglio a che inganno ti riferisci?

    RispondiElimina
  6. Ennio Abate:

    E' la seconda volta che sono costretto a cancellare un post di Erminia Passannanti SU SUA RICHIESTA.
    L'"inganno" consisterebbe nell'aver pubblicato il suo saggio accompagnandolo con un'appendice dove riaffrontavo la questione dell'eredità di Fortini e replicavo a una sua lettera, prima privata e poi resa pubblica (04 dicembre 2011 12:33 nel post di Linguaglossa (http://moltinpoesia.blogspot.com/2011/11/giorgio-linguaglossa-commento-un.html)dichiarando il mio disaccordo con il suo punto di vista.
    Salto sui "complimenti" ricevuti per aver osato
    tanto e, come dichiarato, affronterò la questione in altro post autonomo.

    RispondiElimina
  7. Chi ha scritto si è fatto i fatti suoi.
    Chi ha letto ...chi ha letto...chi voleva continuare a leggere...chi ha riflettuto o lo voleva fare...ma chi se ne frega di questi!
    Aiuto dove sono capitata?!?! SPIEGATEMELO PREGO. Emy

    RispondiElimina
  8. Ennio Abate:

    Ennio Abate:

    Ho cancellato tutti i 19 commenti che Erminia Passannanti aveva inserito in successione dopo la pubblicazione del suo saggio accompagnato dalla mia appendice.
    Sono disposto a dare chiarimenti (dal mio punto di vista, ovvio) sull'accaduto a quanti ne chiedono. Ma senza occupare questo spazio del blog per questioni che prendono una piega eccessivamente personale. Basta scrivere al mio indirizzo di posta elettronica o a quello di moltinpoesia (moltinpoesia@gmail.com).
    Aggiungo che chiunque volesse leggere il saggio di Ermina Passannanti lo trova, come già segnalato in precedenza, a questo indirizzo:
    http://www.ospiteingrato.org/Fortiniana/Fortini_Passannanti.html

    RispondiElimina
  9. Ennio, come mai tieni questo post invece di cancellarlo? Hai un senso del simulacro? Del sacro?
    Il simulacro della Passannanti? Poi metti in rilievo il fatto che hai dovuto cancellare 2 dei suoi articoli: ma questo è un bluff, è una giocata a poker! Per quelli che ti seguono, si sa che il primo post, il video della bocca, lo hai messo online TU senza il suo permesso, e lei giustamente si è ribellata, come si evince dai feeds! Ma chi ti da il diritto, il PERMESSO di PRELEVARE i contenuti dei commenti e farne un post autonomo: questo è ridicolo, è DA GIORNALINO DI DILETTANTI. E ci credo che ti abbia chiesto di cancellarlo: io personalmente ti avrei semplicemente, direttamente, inequivocabilmente DIFFIDATO ai garanti della privacy.

    Questo tuo sito è tutto da sottoporre ai garanti della privacy e del diritto, a meno che tu non voglia fare un esame di coscienza e metterti in regola con l'etica civile e con la giurisprudenza. Per assicurarmi che questo mio commento non verrà cancellato, lo mando in 'feed' alla mia lista di lettori, perchè MI SONO ROTTO: basta APPROSSIMATORI DI CONTENUTI Nella rete, quale tu sei. QUESTO TUO BLOG è SOLO UNA PROMOZIONE DI TE STESSO, E NULL'ALTRO.


    S G

    RispondiElimina
  10. "E' la seconda volta che sono costretto a cancellare un post di Erminia Passannanti SU SUA RICHIESTA."

    BLUFF:

    1. LA PRIMA VOLTA TI è STATO CHIESTO DI CANCELLARE UN POST CHE AVEVI CREATO TU DA UN COMMENTO DELLA PASSANANTI, APPROPRIANDOTENE, INDEBITAMENTE, SENZA AUTORIZZAZIONE.

    2. TI E' STATO CHIESTO DI CANCELLARE QUESTO SECONDO POST PERCHE', ED IO L'HO VISTO,QUEL POST ERA UN TUO POST,NON IL SUO: TU AVEVI DETERMINATO UN POST DI AUTO-PROMOZIONE, CON IL SUPPORTO DEL SAGGIO DELLA PASSANANTI.

    MA TUTTI HANNO VISTO QUESTO: COME NASCONDERSI DIETRO A UN DITO, ENNIO.


    NON E' CHE TUTTI I MASCHI ITALIANI SONO DEGLI "IGNOBILI"- CHE NON POTENDO ORMAI PIU', DATA L'ETà DECREPITA, BATTERSI CON ALTRI UOMINI, ESSENDO ORMAI FUORI-GIOCO, SI ATTACCANO A QUESTE GUERRE DI 4 SOLDI, PRENDENDOSELA CON LE DONNE PER ILLUDERSI DI AVERLA VINTA, MA SUBDOLAMENTE.

    RispondiElimina
  11. Ennio Abate a "Anonimo" (o Anonima):

    Lei è troppo informato/a sulle cancellazioni di post della Passannnanti e grida troppo in maiuscolo.

    RispondiElimina
  12. La notizia dei post cancellati della Passannanti, Ennio, l'hai data tu stesso. Forse te ne sei dimenticato? L'hai messa bene in evidenza nella banda destra dei tuoi stessi commenti. Dimenticarsene è umano. Ma l'hai data tu stessa, tale notizia, anzi evidenziandola come "Commenti recenti", tanto che prima del post nuovo salta all'occhio il commento. Senza alcuno sforzo, si evince la notizia della cancellazione da quella banda destra del tuo sito, che reinforma appunto della duplice cancellazione, di cui non mi sarei accorto, e nemmeno gli altri, se non fosse che l'hai tu stesso prodotta. Capisco che i siti tendano dei trabocchetti ai loro stessi gestori. Informati di come operi la connessione URL tra siti, quando la si stabilisce. Si può sapere ogni singola visita inviata da altro sito. Grazie.

    Tu Ennio hai messo un link ad un articolo su Ospite Ingrato della Passananti, che informa precisamente l'Ospite Ingrato della connessione con il tuo sito. Per quanto riguarda il maiuscolo, è della denuncia di ciò che non va bene, ciò che è fuorilegge fare, esercizio della pubblica denuncia che tu predichi, ma senza evidentemente accettare le conseguenze quando colpisce te. Questo non è un articolo di Linguaglossa, si deduce dal nesso con Ospite ingrato, ma una recensione della Passannanti che ripete concetti suoi originali, ricalcandoli, e pare anzi una recensione che non rispetta un solo singolo dovere della critica, come è legalmente intesa sotto ciò che si intende essere l'ufficio dei Diritti D'Autore.

    Mi pare strano che tu, pubblicando post a tuo piacimento e discrezione su un sito accessibile a tutti i lettori del mondo, ti sorprenda di cosa ti viene restituito da questa visibilità.

    Stefano

    RispondiElimina
  13. Il fatto che stai cancellando la risposta è una inequivocabile dichiarazione di partecipazione al plagio di contenuti, che hai fomentato, pubblicandolo.

    RispondiElimina
  14. Ennio, ti sei dato la cosiddetta zappa sui piedi. Rimando la mia risposta alla domanda che hai sollecitato. La notizia della cancellazione dei due post della Passannati la si desume senza sforzo dalla notizia che tu stesso hai dato, apparsa nella banda laterale del tuo sito, come da citazione che ti ho fatto appunto. Notizia da me, noi immagino, prelevata dalla banda destra che mette in evidenza i "Commenti recenti". Non la si sarebbe notata altrimenti. La notizia appare anche dal link che il tuo sito ha stabilito, il quale connette ad Ospite Ingrato, e consente a Ospite ingrato di conoscere tutte le visite ricevute provenienti dal tuo sito. Il maiuscuolo del post precedente forse sta ad indicare lo scandalo che si avverte e si sollecita dinanzi a queste operazioni indegne del nome di cultura e solidarietà autoriale. Tu avresti un'opzione per sottrarti a questa azione predatoria: cancellare il post di Linguaglossa. Per quanto mi riguarda, contribuirò a diffondere tra i conoscenti, il fatto in modo da aumentare e non soffocare la protesta. Il web serve anche a questo.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.