giovedì 9 dicembre 2010

CONTRIBUTI
DUE POESIE di
Alberto Accorsi e Luciano Roghi

Sintonia e quasi laboratorio tra due poeti dei Moltinpoesia:

















I merli, quelli,
restano anche  d’inverno
Certo, alla prima gelata
uno si chiede: chi me lo fa  fare?
Ma poi dove andare?
dover ricominciare...
Uno s’adatta, saltella
cerca qualche cosa
Spera che torni  presto
la dolce primavera                                                                                                                (A.A)
Destarsi all'ombra dell' inverno...
Il letargo che imprime la vita assegna tempi immaturi.

Non si avvertono intorno i tepori giusti e sul risveglio incidono fame e sonno.
Non trovo bacche né fonti per nutrirmi.                                                                            (L.R.)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.